fbpx

In che modo la stampa DTF rappresenta un'evoluzione della serigrafia?

trasparente

Come abbiamo visto nell’articolo “Tecnologie per l’Industrial Decoration: cos’è la stampa Direct-To-Film?”, la DTF è una tecnica innovativa e migliorativa rispetto al classico transfer termoadesivo, che consente la stampa diretta a colori su una pellicola che può essere successivamente applicata a qualsiasi tipo di supporto tessile e ad una vasta gamma di materiali.

Grazie alle elevate prestazioni e al notevole risparmio sui tempi e sui costi di produzione, le stampanti DTF sono tra le macchine più ricercate e richieste nel settore dell’Industrial Decoration, soprattutto per la personalizzazione di abbigliamento tecnico, sportivo e da lavoro.

Prima dell’avvento della tecnologia Direct-To-Film, tuttavia, la tecnica più conosciuta ed utilizzata per la riproduzione di immagini e grafiche su determinate superfici era la stampa serigrafica.

Ma cosa si intende per serigrafia e in che modo la stampa DTF ne rappresenta la naturale evoluzione?

serigrafia

Stampa serigrafica: di cosa si tratta e come funziona?

“Serigrafia” è un termine che deriva dal latino “sericum” (“seta”) e dal greco "γράφειν" (“gràphein”, “scrivere”) e le sue origini più accreditate risalgono ai paesi dell'Estremo Oriente, dove già nel X secolo d.C. si utilizzavano telai di seta sui quali venivano passati gli inchiostri per imprimere scritte o segni grafici.

Dalla Cina e dal Giappone, questa antica tecnica si inizia a diffondere in Europa a partire dal XVIII secolo, ma la stampa serigrafica moderna, per come la conosciamo, inizia la sua storia nel 1910, quando vengono impiegate per la prima volta, pellicole fotosensibili che consentono il passaggio dell’inchiostro, esattamente come avviene ancora nelle moderne tipografie.

La serigrafia, o stampa serigrafica, è quindi una tecnica di tipo permeografico, che consiste nel trasferire dell’inchiostro su di un supporto, sfruttando un movimento meccanico a pressione. Ad oggi utilizza, come matrici, tessuti in poliestere, acciaio o nylon, tesi su un riquadro in alluminio, metallo verniciato o legno, definito “quadro” o “telaio serigrafico”.

serigrafia

Ogni colore viene stampato singolarmente e trasferito sul supporto da personalizzare attraverso il tessuto teso sul telaio serigrafico. I tre elementi principali coinvolti in questo processo sono le pellicole o lucidi, i telai di stampa e gli inchiostri. La lavorazione risulta molto articolata e composta da un insieme di fasi che vanno necessariamente rispettate ed eseguite in un determinato ordine.

  1. Preparazione del file. I file vanno impostati avendo cura di rispettare determinati parametri e standard qualitativi: più i file sono dettagliati, più preciso sarà il cliché che ne deriverà.
  2. Incisione delle pellicole. Come ricordato in precedenza, la serigrafia consente di applicare un solo colore di stampa alla volta, pertanto le grafiche più complesse vengono scomposte in colori singoli. Viene poi realizzata una pellicola trasparente, o lastra, per ciascuna tonalità necessaria, con raffigurata l’immagine che sarà impressa successivamente nel telaio.
  3. Incisione dei telai. Sopra ai telai, riquadri in metallo o in legno, viene tesato uno speciale tessuto microforato, sul quale viene applicata una gelatina fotosensibile che si solidifica se esposta alla luce. Per imprimere i telai si usano quindi dei piani luminosi su cui si va ad apporre prima la pellicola precedentemente incisa e poi il telaio stesso.
  4. Preparazione degli inchiostri. Gli inchiostri si preparano in base al tipo di stampa e ai colori della grafica da riprodurre. Questo processo avviene seguendo formule precise, in modo da ottenere l’esatta tonalità di colore Pantone desiderata.
  5. Messa in macchina. Prima di procedere alla stampa, è necessario predisporre correttamente i telai sulla giostra serigrafica e caricarli di inchiostro. Questa fase richiede la massima precisione, soprattutto se si necessita realizzare diversi colori.
  6. Stampa. Per effettuare l’azione di stampa vera e propria, esistono giostre manuali o automatiche. Una racla preme sulla superficie del telaio mentre viene trascinata: tale pressione fa sì che l’inchiostro venga spinto attraverso le porzioni libere del tessuto tesato, trasferendo, di fatto, l’immagine sul supporto di stampa.
  7. Fissaggio. Dopo essere stato impresso, il supporto deve essere trasferito in un forno, per permettere agli inchiostri di fissarsi saldamente e garantire una durata prolungata della stampa nel tempo.
  8. Pulizia. Per assicurare la qualità del risultato, è fondamentale effettuare le operazioni di pulizia e manutenzione prima, durante e dopo la lavorazione.
serigrafia

Il vantaggio principale della stampa serigrafica è il costo contenuto, abbinato alla velocità del processo: una volta predisposta la matrice, infatti, è possibile riutilizzarla quante volte si desidera, anche per effettuare un numero particolarmente elevato di lavorazioni.

La versatilità di questa tecnica, idonea al trattamento di una vastissima gamma di materiali, la rende la soluzione ottimale per la produzione di abbigliamento e accessori, supporti pubblicitari, gadget aziendali e molto altro ancora.

Oltre alla velocità di esecuzione e all’alta produttività, tra le sue caratteristiche migliori, infine, è da annoverare uno spessore d’inchiostro impossibile da ottenere con la stampa digitale, che va ad incidere sulla durata e sulla resa della decorazione.

serigrafia

Serigrafia e Stampa Direct-To-Film: due tecniche a confronto

Anche se l’avvento delle nuove tecnologie di stampa digitale ha portato ad un parziale abbandono della serigrafia da parte degli operatori del settore, in realtà questa tecnica fa ancora molto parlare di sé.

Questo perché, ad oggi, ci sono determinati effetti che non possono essere riprodotti in digitale. Esistono, inoltre, ambienti di produzione, soprattutto a livello industriale, per i quali la serigrafia rimane ancora la soluzione migliore in quanto a produttività ed economicità.

Rimane comunque evidente il fatto che la stampa digitale ha soppiantato la “vecchia” serigrafia soprattutto nelle piccole tirature, per ragioni legate ai tempi e ai costi di realizzazione delle lastre. Una tecnica come la stampa Direct-To-Film, infatti, ha digitalizzato questo processo, consentendo di imprimere grafiche in quadricromia con l’aggiunta del colore bianco, tramite un plotter, direttamente su film in poliestere e offrendo, quindi, agli addetti ai lavori la possibilità di ridurre al minimo le tempistiche destinate all’esecuzione delle operazioni preliminari e a quelle di stampa vera e propria.

Con la stampa DTF è possibile ottenere prodotti identici e di assoluta qualità, indipendentemente dalla tonalità e dal materiale del supporto o dalla complessità della grafica da riprodurre. Il risultato sarà sempre un design dai colori eccezionalmente vividi e brillanti, in qualità fotografica e con un elevatissimo livello di dettaglio, ma dallo spessore sottile ed elastico, che ne assicura una maggiore durata nel tempo.

Questo non vuol dire che una tecnica possa escludere o soppiantare totalmente l’altra, anzi, è addirittura possibile combinare due tecnologie come la serigrafia e la stampa DTF per creare effetti unici. Ad oggi, infatti, “personalizzazione” è la parola d’ordine nel mercato dell’Industrial Decoration ed avere a disposizione macchinari di diversa natura nella propria tipografia o centro stampa può rivelarsi un fattore molto importante per differenziarsi dalla concorrenza, poter realizzare lavorazioni originali ed offrire prodotti esclusivi.

In conclusione, non si può ancora affermare quale tecnica sia migliore dell’altra, ma si può scegliere la più indicata in base al contesto e alle esigenze di produzione, tenendo sempre presente che a volte l’unione delle due tecnologie può rivelarsi la soluzione vincente.

stampante DTF

Per maggiori informazioni sulle stampanti DTF e per conoscere tutti i modelli disponibili prenota una consulenza gratuita con un nostro esperto di Finishing.

Per maggiori informazioni sulle stampanti DTF e per conoscere tutti i modelli disponibili prenota una consulenza gratuita con un nostro esperto di Finishing.
Informazioni di contatto
logo IM

Seguici anche su

logo as roma

©️ 2017 - 2024 I'MPRINTING Srl Unipersonale - Via Lorenzo Bonincontri, 43 - 00147 Roma RM - REA RM-1555576 - Capitale sociale €120.000 i.v. - C.F./P.iva:IT01995060769 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Società soggetta a direzione e controllo di Black Knight Capital Srl - P.iva:IT16776131001
©️ 2017 - 2024 I'MPRINTING Srl Unipersonale
Via Lorenzo Bonincontri, 43 - 00147 Roma RM
REA RM-1555576 - Capitale sociale € 120.000 i.v. - C.F./P.iva: IT01995060769 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Società soggetta a direzione e controllo di Black Knight Capital Srl - P.iva: IT16776131001

Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari